Normativa di riferimento

Normativa Europea

Decisione 771/2006/CE Istituisce l’anno europeo delle pari opportunità per tutti (2007);
Direttiva 2006/54/CE  "Attuazione del principio delle pari opportunità e della parità di trattamento fra uomini e donne in materia di occupazione ed impiego";
Direttiva 2004/113/CE "Lotta alla discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda l’accesso a beni e servizi e la loro fornitura";
Direttiva 2002/73/CE "Attuazione del principio della parità di trattamento tra uomini e donne per quanto riguarda l'accesso al lavoro, alla formazione e alla promozione professionali e le condizioni di lavoro";
Decisione 2001/51/CE "Programma d’azione comunitario riguardante la strategia comunitaria in materia di parità tra le donne e gli uomini";
Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione europea 26(Nizza, 7 dicembre 2000);
Direttiva 2000/78/CE "Quadro generale per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro";
Risoluzione 29/6/2000 "Partecipazione equilibrata delle donne e degli uomini all’attività professionale e alla vita familiare";
Direttiva 96/34/CE "Accordo quadro sul congedo parentale concluso dal UNICE, dal CEEP e dalla CES";
Risoluzione 5/10/1995 "Immagine dell’uomo e della donna nella pubblicità e nei mezzi di comunicazione";
Risoluzione 6/12/1994 "Equa partecipazione delle donne ad una strategia di crescita economica orientata verso l'aumento dell'occupazione nell'Unione europea";
Direttiva 92/85/CEE "Attuazione di misure volte a promuovere il miglioramento della sicurezza e della salute sul lavoro delle lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento";
Direttiva 86/613/CEE "Applicazione del principio delle parità fra gli uomini e le donne che esercitano un'attività autonoma, comprese quelle nel settore agricolo, nonché tutela della maternità";
Direttiva 79/7/CEE "Graduale attuazione del principio della parità di trattamento tra gli uomini e le donne in materia di sicurezza sociale";
Direttiva 76/207/CEE "Attuazione del principio della parità di trattamento tra gli uomini e le donne per quanto riguarda l'accesso al lavoro, la formazione, la promozione professionale e le condizioni di lavoro";
Direttiva 75/117/CEE "Riavvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative all'applicazione del principio di parità delle retribuzioni tra lavoratori di sesso maschile e quelli di sesso femminile";
 
 

Normativa Nazionale

L. 183/2014 "Jobs Act";
L. 92/2012 "Riforma del mercato del lavoro in Italia";
D.L. n. 179/2012, convertito in L. 221/2012 c.d. "Decreto Sviluppo bis";
D.L. n. 216/2012 "Disposizioni urgenti volte a evitare l’applicazione di sanzioni dell’U.E." confluito nella Legge di stabilità 2013 (ovvero la L. 228/2012);
L. 183/2010 c.d. "Collegato Lavoro";
D.Lgs 198/2006 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell’articolo 6 della legge 28 novembre 2005, n. 246”;
T.U. 151/2001 “Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità”;
L. 53/2000 “Disposizioni per il sostegno della maternità e paternità, per il diritto alla cura ed alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città”;
L. 215/1992 “Azioni positive per l'imprenditoria femminile”;
L. 125/1991 “Azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna nel lavoro”;
L. 379/1990 "Indennità di maternità per le libere professioniste";
L. 546/1987 "Indennità di maternità per le lavoratrici autonome";
L. 903/1977 “Parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro; divieto di discriminazione diretta tra uomini e donne nel lavoro”;
L. 1204/1971 “Tutela delle lavoratrici madri”;
L. 860/1950 "Norme sulla tutela fisica ed economica delle lavoratrici madri".